Il pubblico vuole sudore e sangue

Aggiornato il: mag 17

Quando andiamo a vedere un incontro di boxe non ci divertiamo se i pugili passano tutto il tempo studiarsi senza mai andare l'uno contro l'altro sferrando raffiche di pugni violenti e feroci.


Quello che ci interessa davvero è il ko

Per quanto possa sembrare terribile, strano o assurdo il Ko è veramente quello cui puntano i pugili sul ring ed è quello che vogliono gli spettatori sugli spalti. Questo è esattamente il tipo di spettacolo che dovremmo dare noi attori. Che gusto ci sarebbe nel vedere due calciatori che, invece di sfidarsi, se ne stanno distanti l'uno dall'altro a palleggiare ognuno con la sua palla, mostrando fantastici virtuosismi? dopo un po' ci passerebbe la voglia di vederli giocare. Se sul palco ci sono due attori, la loro interazione deve essere talmente intensa da catturare l'attenzione del pubblico come se fossero due sportivi che si sfidano. Uno dei due dovrà necessariamente vincere e l'altro dovrà perdere.


Questa è la regola di ogni storia: "A che modifica B"


Il campo energetico

Ognuno di noi ha un corpo energetico che è più ampio rispetto al corpo fisico. Questo perché i nostri sensi, che catturano informazioni dall'esterno ampliano il nostro percepire oltre il nostro corpo materiale. Quando entriamo nel campo energetico di qualcuno, ne modifichiamo le sensazioni. Questo è molto utile nel momento in cui vogliamo portare l'altro attore a percepire la nostra presenza e la nostra energia. In questo modo costringiamo l'altro attore a reagire d'istinto e creiamo quindi le condizioni perché la scena sia interessante da vivere per noi attori e da vedere per il pubblico.

168 visualizzazioni13 commenti

© 2014-2020 by Alberto Viola.

Associazione culturale AttidintegrAzione

c.f.: 92076660130 

Sede Legale: Via Privata Bellavista, 10 - 23900 Lecco (LC)

  • Facebook - Black Circle
  • Instagram - Black Circle
  • Vimeo - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Pinterest - Black Circle